Make your own free website on Tripod.com

Le Indicazioni del CellCept ora riguarderanno il rigetto dopo trapianto di fegato

 NUTLEY, NJ - 15 agosto, 2000

 

Le indicazioni del CellCept sono state estese all’ uso nei pazienti sottoposti a  trapianto di fegato.

La Hoffmann-La Roche Inc. ha comunicato il 9 agosto di aver ricevuto il via libera dalla Food and Drug Administration per l'impiego commerciale del CellCept (mofetil micofenolato) per la profilassi del rigetto d'organo in pazienti sottoposti a trapianto di fegato. Negli Stati Uniti, il CellCept è stato approvato sin dal 1995 come profilassi nel rigetto di rene e dal 1998 il rigetto di cuore. Tale farmaco deve essere usato in associazione con ciclosporina e corticosteroidi.

Hoffmann-La Roche ha detto che la FDA ha basato la relativa decisione su uno studio randomizzato, multicentrico, doppio-cieco, su 565 pazienti che ha mostrato la superiorità del CellCept rispetto alla azatioprina nella profilassi del rigetto acuto nei sei mesi che seguono il trapianto.

Lo studio, condotto dal Dott. Russ Wiesner della Mayo Clinic di Rochester, Minn., ha anche indicato che l’incidenza di morte o ritrapianto era simile -- appena superiore al 14% -- per entrambi i farmaci ad un anno dopo il trapianto.

"Lo studio è una conferma, tramite una sperimentazione multicentrica, di ciò che numerosi studi monocentrici avevano precedentemente trovato" ha detto il Dott. Robert Gordon, direttore medico del settore trapianti dei laboratori Roche. "Esso conferma che il CellCept è uno strumento anti-rigetto molto efficace nei trapianti di  rene, di cuore ed ora anche di fegato. "

(TNN Medical Reporter Virginia Baskerville)