Make your own free website on Tripod.com

 

La “Campagna per l’Imparzialità tra i Pazienti da Trapiantare” delusa dalla decisione del Transplant Network

WASHINGTON, 17 novembre / Stati Uniti Newswire / via NewsEdge Corporation

Ciò che segue è stato dichiarato oggi dalla “Campagna per l' Imparzialità tra i Pazienti da trapiantare”:

 

 La “Campagna per l’Imparzialità tra i pazienti da trapiantare” è estremamente delusa dalla decisione di ieri dell’United Networks for Organ  Sharing (UNOS) di accettare una proposta che conserva il sistema corrente di distribuzione degli organi per i pazienti che hanno bisogno di un trapianto di fegato negli Stati Uniti.

Il Consiglio dell’UNOS, riunitosi a Washington D.C., ha votato per adottare i nuovi criteri medici per l' assegnazione dei fegati ai pazienti in lista di attesa. Il modello Mayo End Stage Liver Disease (MELD) usa un certo numero di indici clinici e medici per misurare la gravità dell'epatopatia dei pazienti. Il modello ora sarà usato per stabilire le priorità tra i pazienti in lista d’attesa.

Dopo l’approvazione dei nuovi criteri medici Il Consiglio ha ascoltato una presentazione dal Dott. Richard Freeman, presidente del sottocomitato delle unità di distribuzione, facente parte del Comitato UNOS per i trapianti di fegato e di Intestino. Il Dott. Freeman ha comunicato al Consiglio che il suo comitato non poteva essere d’accordo su un nuovo sistema di distribuzione e che non c’era accordo sul fatto che una più vasta compartecipazione degli organi sarebbe stata un vantaggio. Il consiglio ha quindi votato per accettare i risultati raggiunti dal comitato di Freeman.

 

"Il Dott. Freeman ha fatto una presentazione molto parziale ed ingannevole, " ha dichiarato Craig Irwin, presidente del “Comitato di Azione Nazionale del Trapianti” (NTAC) e membro della” Campagna”. "Ci sono prove schiaccianti che il corrente sistema di  distribuzione degli organi non è giusto e che esistono pazienti che stanno morendo inutilmente perché trascurati a favore di altri pazienti più sani. "

La decisione di ieri del Consiglio dell’UNOS sottolinea le nuove regole federali che suggeriscono dei cambiamenti al modo in cui i fegati sono distribuiti. Le regole dell’Organ Procurement and Transplantation Network (OPTN) adottate dal Department of Health and Human Services (HHS) ed effettuate in marzo sono molto chiare e specifiche nelle loro richieste. La legge richiede che l’ OPTN:

1.      utilizzi criteri standard ed obiettivi per stabilire l'urgenza medica.

2.      dia la massima priorità ai candidati clinicamente più urgenti (secondo i nuovi criteri); e,

3.    distribuisca gli organi in un’area geografica il più ampia possibile.

 

In base alle direttive HHS, si riteneva che l’UNOS avrebbe sottoposto i nuovi criteri di distribuzione dei fegati al governo federale il 16 marzo 2000,  giorno in cuil e nuove regole divenivano effettive. Il Consiglio d'Amministrazione dell’UNOS, invece, ha presentato un programma che ha promesso una nuova proposta di distribuzione dei fegati per la fine di questo anno.

 

Non è chiaro se il nuovo sistema MELD risponde alle indicazioni delle direttive federali. Il rifiuto del Consiglio dell’UNOS di effettuare una più vasta distribuzione degli organi viola chiaramente la nuova legge federale.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 --- La “Campagna per l'Imparzialità tra i Pazienti da Trapiantare” è un'istituzione di volontariato composta dai principali gruppi di avvocatura dei pazienti della nazione, dagli ospedali dei trapianti e delle organizzazioni di reperimento degli organi, ed è intesa ad aumentare la solidarietà per un sistema più giusto di distribuzione degli organi e ad uno sforzo nazionale per stimolare la donazione degli organi. La Campagna cerca di salvare più vite e rappresenta una voce unitaria che cerca un cambiamento positivo in nome dei pazienti. La Campagna si occupa inoltre di guidare la Comunità del trapianti verso risoluzioni ragionevoli dei contenziosi.