Make your own free website on Tripod.com

Martedì 13 giugno 2000

La Gran-Bretagna lancia una campagna per aumentare i donatori d' organo

Da Patricia Reaney

LONDRA (Reuters) -I medici britannici hanno chiesto modifiche di legge ed hanno proposto nuove linee-guida per migliorare le donazioni degli organi umani per trapianto.

L' associazione medica britannica (BMA) ha unito le forze con le istituzioni di carità, i pazienti ed gruppi professionali  per sensibilizzare su questo problema ed aiutare le migliaia di pazienti in attesa di trapianti di cuore, polmone e fegato in Gran Bretagna.

“Il trapianto d’organi salva le vite e può trasformare la vita di persone sottoposte a sofferenze ed allo spaventoso peso della dialisi”, ha detto il Dott Michael Wilks, il presidente del comitato medico di etica della BMA.

Ad una conferenza stampa per lanciare la campagna, egli ha sottolineato l’urgenza di un cambiamento.

 

Il Sistema Del Consenso Presunto

La principale fra le proposte suggerite dal BMA è l' introduzione di una legislazione che riguardi tutti gli aspetti della donazione d’organi,  inclusi i donatori cadaveri e viventi.

Il gruppo professionale che rappresenta i medici della Gran Bretagna desidera introdurre un sistema di consenso presunto. Verrebbe stabilito che gli adulti donino i loro organi dopo la loro morte a meno che sia stato espresso un rifiuto prima della morte.

Attualmente avviene il contrario. Gli organi vengono prelevati per un trapianto solo se la persona ha un parere positivo espresso nella “donor card” e se  la famiglia è d’accordo.

“ Il consenso presunto è solo una casella di questo “puzzle”… ci sono talmente tanti aspetti del sistema dei trapianti, bisognosi di miglioramento, che una revisione radicale dell’intero sistema della donazione degli organi sembra una tappa logica a cui tutti dovrebbero collaborare''  ha detto Wilks.

I cambiamenti proposti includerebbero linee-guida per la determinazione della morte con tests del tronco cerebrale ed un numero verde attivo 24 ore su 24  per rispondere alle domande circa la donazione degli organi. Il BMA desidera inoltre una rete più ampia di “donor coordinators”, impiegata ed addestrata dal Servizio Nazionale dei Trapianti.

 

Aumento annuale del fabbisogno di organi

Migliaia di persone al mondo muoiono ogni anno a causa della scarsità degli organi donati. In Europa ci sono circa 50.000 persone in attesa di trapianto. Nel 1998, c’è stato un a diminuzione del 7% dei trapianti rispetto al 1997. I pazienti in lista di attesa sono aumentati del 3%.

La scarsità di organi si traduce in pazienti che muoiono in attesa di un trapianto o in un tale deterioramento loro stato di salute che un trapianto non è più possibile.

Come soluzione possibile sono stati proposti lo Xenotrapianto, cioè l' uso di organi o di tessuti animali per gli esseri umani, ma è opinione  dei medici che ciò non sarà possibile nell’immediato.

Il BMA ha ammesso che alcuni dei cambiamenti proposti sono discutibili e che sarà necessario discuterli con serenità.

“I trapianti di organi offrono così tanto a così tanti pazienti” ha detto Robert Sells, chirurgo dei trapianti, di Liverpool.  “C’è bisogno urgente di  agire su scala nazionale”.