Make your own free website on Tripod.com

 

 MADISON, Wis. (27 novembre, http://www.nandotimes.com) –

Il giudice si oppone al procedimento giudiziario sui trapianti d’organo

 

Da J.r. Ross, Associated Press

 

Un giudice federale ha respinto un procedimento giudiziario presentato dallo Stato del Wisconsin e dai due Centri Trapianto più importanti di quello Stato riguardante le regole progettate per cambiare il modo in cui gli organi per i trapianti saranno distribuiti. Il Giudice Distrettuale degli  Stati Uniti Barbara Crabb ha stabilito venerdì che lo Stato, gli Ospedali Universitari del Wisconsin e l' Ospedale Froedert Memorial Lutheran, non sono autorizzati ad alcuna querela perché non hanno subito alcun danno. Il Wisconsin aveva intrapreso la via giudiziaria in marzo dopo una proposta della Amministrazione Clinton che prevedeva di dare la priorità per gli organi donati ai pazienti più malati, indipendentemente dalla loro residenza. Si erano associati alla querela anche  lo Stato del New Jersey e  l’Oregon Health Sciences University di Portland, in Oregon.

 Attualmente, gli organi vengono distribuiti in primo luogo in sede locale. Il Wisconsin rischia di subire dei danni con la nuova legislazione perché le sue percentuali di donazione degli organi sono alte ed i suoi pazienti generalmente ottengono gli organi più rapidamente di quelli che vivono in altri Stati. Il procedimento sosteneva che il Segretariato di Donna Shalala dell’Health and Human Services (Ministero della Sanità USA ndT) aveva privato l’UNOS, l’agenzia privata che gestisce il programma nazionale di Trapianti, del potere di decidere sulle modalità di distribuzione degli organi. Sosteneva inoltre che le azioni di Shalala intendevano sostituire illegalmente il suo giudizio personale a quello dei medici. L’Amministrazione (federale) sosteneva che il sistema corrente permette che certi pazienti muoiano a causa dell’area in cui vivono.

"Ciò danneggerà la popolazione del Wisconsin che ha fatto un ottimo lavoro nel donare i propri organi per aiutare amici, famiglie e vicini, " ha detto Tony Jewell, un portavoce del Gov.. Tommy Thompson. " E’ spiacevole che una questione di questa importanza che interessa tanta gente in Wisconsin venga liquidata per  motivi procedurali."

“Il procuratore generale del Wisconsin Jim Doyle sta rivedendo la decisione e progetta di contattare tutti i querelanti prima di decidere se fare appello”, ha detto il portavoce Mitch Henck. Un portavoce degli Ospedali Universitari del Wisconsin ha rifiutato di far commenti, sostenendo che gli Ospedali non avevano ancora valutato la decisione. Un portavoce del Froedert Memorial Lutheran Hospital non ha risposto alle richieste telefoniche di commenti. Charlotte Mehuron, portavoce per l’Health Resources and Services Administration, che sorveglia il sistema USA dei trapianti d’organo, ha detto che non è in grado di commentare la decisione perché non aveva avuto ancora la possibilità di valutarla.

Il Congresso USA, il mese scorso, non è riuscito ad approvare le nuove regole che governano tale sistema dei trapianti.