Make your own free website on Tripod.com

Un modello per prevedere la sopravvivenza nei pazienti sottoposti a Shunt transgiugulare intraepatico portosistemico (TIPSS)

Malinchoc M; Kamath PS; Gordon FD; Peine CJ; Rank J; ter Borg PC

Division of Gastroenterology, Hepatology, and Internal Medicine and the Section of Biostatistics, Mayo Clinic, Rochester, MN, USA.

 

Gli shunt transgiugulari intraepatici portosistemici (TIPS) possono peggiorare la funzione epatica e diminuire la sopravvivenza in alcuni pazienti. La classificazione di Child-Pugh ha parecchi svantaggi se usata per determinare la sopravvivenza in tali pazienti. Abbiamo così studiato la sopravvivenza di 231 pazienti in 4 centri medici Statunitensi sottoposti a TIPS in elezione, per sviluppare dei modelli statistici  allo scopo di (1) prevedere la sopravvivenza di tali pazienti e (2) identificare quei pazienti che sarebbero morti per la loro epatopatia entro 3 mesi dalla procedura. Fra i pazienti sopra riferiti, 173 vennero sottoposti in elezione a tale intervento per la prevenzione di un nuovo sanguinamento da varici e 58 per il trattamento di ascite refrattaria.

Una morte da epatopatia si ebbe in 110 pazienti, 70 dei quali entro 3 mesi. Il calcolo della regressione di Cox permise di identificare come fattori capaci di prevedere la sopravvivenza dei pazienti sottoposti a TIPS elettiva nella profilassi del sanguinamento o nel trattamento dell’ascite refrattaria, le concentrazioni nel siero di bilirubina e di creatinina, il rapporto normalizzato internazionale del tempo della protrombina (INR) e la eziologia dell’epatopatia.

Queste variabili possono essere usate per calcolare un punteggio di rischio (R) per i pazienti sottoposti a TIPS elettive. I pazienti con R > 1,8 ebbero una sopravvivenza mediana di 3 mesi o meno. Questo modello si è dimostrato superiore sia alla classificazione di Child-Pugh, che al punteggio di Child-Pugh, nella previsione della sopravvivenza. Usando la regressione logistica e le stesse variabili, abbiamo anche sviluppato un nomogramma che indica quali pazienti sopravviveranno meno di 3 mesi.  Per concludere, il modello è stato provato in un insieme indipendente di 71 pazienti dei Paesi Bassi. Questo modello Mayo per le TIPS è in grado di predirre una morte precoce dopo TIPS eseguite in elezione per la profilassi del sanguinamento recidivo da varici ed il trattamento dell’ascite refrattaria.

Hepatology 2000 Apr;31(4):864-71